L’allenamento aerobico è realmente utile per l’ipertrofia?

(VALUTARE CON MAURO SE INSERIRE LA PARTE  TRA PARENTESI), l’attività aerobica determina un condizionamento cardiovascolare importante per mezzo del quale è possibile aumentare l’efficienza del lavoro anaerobico; può ottimizzare pertanto il lavoro di ipertrofia e agire a scopo preventivo, ma non può essere considerata come l’attività principale ai fini della costruzione della massa e, anche nella ricerca del dimagrimento, occorre rispettare certe raccomandazioni nutrizionali.

1 kg di tessuto adiposo, o meglio ciò che contiene – soprattutto trigliceridi – fornisce circa 7000 kcal. Ciò non significa che consumandone altrettante per mezzo dell’allenamento aerobico si perderà 1 kg; magari fosse così semplice. 

Bisogna tenere a mente che, nei soggetti natural, in fase di cutting – parlando di percentuali di grasso che devono scendere dal 12 al 6 %, per esempio – nella migliore delle ipotesi circa la metà del peso sarà costituito da massa muscolare – non solo proteine, ma anche acqua, carboidrati, minerali, grasso intramuscolare ecc. 

Più lentamente avviene questo processo, meno muscolo si perde. 

Più alta è la percentuale di grasso corporeo, meno muscolo viene consumato. 

Chi parte da una buona condizione e pretende di scendere velocemente, non dovrà meravigliarsi notando svanire tutto quanto guadagnato nella ricerca dell’ipertrofia– fino al 60 % del peso sarà costituito dalla massa muscolare.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>